“PALA SAVENA”, SAN LAZZARO (BO)– Dopo la rovinosa sconfitta in casa della Metelli Cologne, nell’atteso ritorno al “Pala Savena”, era lecito attendersi una pronta reazione: essa si manifesta solamente a metà e non si rivela sufficiente per avere la meglio di una coriacea Carburex Gaeta che, con merito, espugna Bologna con il punteggio si 23-21.

A caccia di una vittoria che in campionato manca dallo scorso Aprile, coach Beppe Tedesco, sceglie uno “starting seven” composto da Alessandro Leban fra i pali, Giacomo Savini, Radoje Kovacevic e Nicola Riccardi sugli esterni, Giulio Nardo e Sebastiano Garau in ala e Giacomo Santolero, a completare la formazione iniziale, in pivot.

L’avvio è di quelli importanti: Bologna aggredisce gli spazi, attacca con foga e vola rapidamente su un 7-3 che pare incanalare, addirittura in maniera definitiva, la gara in favore dei felsinei. Tuttavia, quando il “Pala Savena” pregusta una gara in controllo, i laziali mostrano tutta la propria forza, serrano i ranghi in difesa ed iniziano ad attaccare con precisione, la schiacciata difesa emiliana. Colpo dopo colpo, i vari Amato, Lombardi, Filipovic e Mougiz, trascinano la compagine di coach Onelli sino al pari, sul 9-9. Bologna regredisce, perde una quantità notevole di palloni, gestisce male gli attacchi, e, nonostante coach Tedesco provi a cambiare quasi tutto, Gaeta non cala la presa e coglie addirittura il vantaggio sul 10-11, grazie al solito Filipovic. Il pareggio, verso la fine della prima frazione, lo mette a segno capitan Garau in una classica azione da ala.

Nella ripresa il “filo” dell’equilibrio non si spezza. Bologna effettua il sorpasso sul 13-12 grazie a Sebastiano Garau ma poi cede nuovamente facendosi riprendere da Gaeta sul 14-14. E’ un colpo duro che palesa i primi segni di cedimento con gli ospiti che, sentendo profumo di impresa, colgono il definitivo sorpasso sul 21-22. Riccardi e Kovacevic calano nettamente il loro livello di gioco ed inanellano palle perse fra sfondi e passi, Michele Rossi si esalta e nega a Gaeta il match point ma nulla può sul contropiede di Lombardi che fissa il punteggio sul 21-23 a 60′ dalla fine. Cala il sipario sulla seconda giornata di Serie A1: Bologna resta in fondo alla classifica a quota zero punti e si interroga sulle modalità da ricercare per rompere il “maleficio” e ritrovare finalmente la vittoria.

Prossimo turno, ancora casalingo, sabato 22 Settembre alle ore 20.30 al “Pala Savena” contro l’Alperia Merano.

TABELLINO

Bologna United vs M-Foods Carburex Gaeta 21-23 (11-11)

Bologna: Leban Rossi, M. Tedesco 2, Garau 4, Riccardi 2, Bonassi, Savini 5, Racalbuto, Kovacevic 2, Norfo, Nardo 4, Cimatti, Zaltron 1, Santolero 1, Pasini, Martini. All. G. Tedesco

Gaeta: Scavone, Pantanella, Amendolagine, Di Giulio 1, Lombardi 4, Bettini 2, Ponticella, Amato 2, Uttaro, Mougiz 6, Marino 1, Ciccolella, Maggiacomo, Filipovic 7. All. Onelli

RISULTATI SECONDA GIORNATA

Bolzano vs Siena 32-26

Fondi vs Cingoli 26-27

Bressanone vs Conversano 27-27

Merano vs Cologne 18-21

Cassano Magnago 29-26

Trieste vs Junior Fasano (Domenica 16 Settembre ore 17.15 diretta Sportitalia)

CLASSIFICA SERIE A1 

Cologne 4

Cassano Magnago 4

Bolzano 4

Conversano 3

Junior Fasano 2*

Carburex Gaeta 2

Merano 2

Cingoli 2

Fondi 1

Siena 1

Bressanone 1

Trieste 0*

Pressano 0

Bologna United 0

*una gara in meno